Il cemento nell’interior design

Il cemento come finitura di pregio nell’architettura di interni

UNA TENDENZA DEL DESIGN CONTEMPORANEO

 

Tra le tendenze 2017 nel campo dell’architettura di interni si conferma lo stile industriale.
Uno dei modi più immediati per ricreare un look industriale è quello di utilizzare materiali tipici di questo stile, come il cemento.

Oggi in particolare si tende a mixare questo materiale estremamente contemporaneo con materiali naturali e senza tempo come il legno grezzo o il marmo per rendere lo stile industriale meno freddo e più intimo.

Un’altra tendenza importante di oggi è la sempre più alta attenzione sulle finiture.

Dominano le texture in grado di ricreare un look naturale e autentico, come il cemento e vengono utilizzate per il rivestimento non solo di pavimenti ma anche, e sempre più, di pareti.

ARCHI-GROUND: RIVESTIMENTO IN PASTA DI CEMENTO PER QUALSIASI SUPERFICIE

ARCHI-GROUND nasce dall’esigenza di realizzare, in maniera pratica e vantaggiosa, superfici continue che riproducono la texture e la matericità del cemento.

Il prodotto può essere utilizzato per rivestire pavimenti, pareti, mobili e complementi, sia in interno che in esterno.

ARCHI-GROUND è adatto per ambienti ad uso civile, industriale, sanitario ed alimentare, officine, negozi,  show room, stanze da bagno, box doccia, lavabo, vasche da bagno, pavimenti radianti, arredamenti, tavoli, banconi e complementi d’arredo in genere.

 

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

  • Sistema in microcemento e resine per realizzazioni di superfici orizzontali e verticali continue con marcatura CE secondo UNI EN 13813
  • Certificato HACCP per l’utilizzo in ambienti alimentari.
  • Coefficiente d’attrito dinamico conforme a quanto previsto dal D.M. n.236 sia in condizioni di superficie asciutta che di superficie bagnata .
  • ARCHI-GROUND è disponibile negli oltre 100 colori della cartella Paint Makers.

 

ELEMENTI DEL CICLO:

 

  • ARCHI-GROUND CONTACT P-530-C2 rasante in pasta microfibrato a base di resine, inerti minerali grana grossa e speciali additivi + additivo in polvere che garantisce le corrette prestazioni di resistenza a compressione e flessione.
  • ARCHI-GROUND DESIGN P-540-C2 rasante in pasta microfibrato a base di resine, inerti minerali grana fine e  speciali additivi + additivo in polvere che garantisce le corrette prestazioni di resistenza a compressione e flessione.
  • ARCHI-GROUND CONSOLIDATOR W-160-A1 microemulsione acrilica che ha la capacità di penetrare, consolidare e ridurre l’assorbimento della successiva finitura poliuretanica.
  • EXTRA MATT FINISH W-340-P2 speciale finitura poliuretanica bicomponente a base acqua extra opaca.

 

PREPARAZIONE DEL SUPPORTO:

Le superfici devono essere ben compatte e coese, pulite, asciutte, prive di oli, grassi, polvere, cere, siliconi, sigillanti o qualsiasi elemento che possa pregiudicare l’adesione del ciclo, eventuali film di vecchie pitture devono essere asportati se non perfettamente compatti ed aderenti.

Nel caso in cui vi fosse presenza di umidità di risalita (superiore al 4%) andrà prevista idonea barriera a vapore con DAMP BLOCKING PRIMER W-130-E2.

Gli eventuali giunti dinamici preesistenti devono rimanere liberi per permettere eventuali assorbimenti di movimenti strutturali.

ARCHI-GROUND non necessita di fondi di collegamento.

 

PULIZIA E MANTENIMENTO DELLA SUPERFICIE:

ARCHI-GROUND ha dimostrato nelle prove di laboratorio per l’ottenimento della certificazione HACCP ottime resistenze a detergenti sia alcalini che acidi, in ogni caso la pulizia delle superfici deve essere eseguita con detergenti neutri.

Non eseguire pulizia con vapore.

Attendere 7 giorni prima di eseguire la prima pulizia. Rimuovere eventuali sostanze aggressive dalle superfici evitando che il contatto prolungato possa deteriorarne l’aspetto. Nel caso di banconi o top si raccomanda di non appoggiare direttamente stoviglie con temperature elevate.

 

È possibile lavare le superfici con macchinari professionali purché non si utilizzino spazzole abrasive.

Interventi di manutenzione e ritocchi con riprese del ciclo potrebbero risultare evidenti. Si consiglia di estendere la zona dell’intervento fino a interruzioni architettoniche o di eseguire motivi decorativi che mascherino la ripresa. Nel caso in cui si volesse intervenire solo sulla finitura EXTRA MATT è sufficiente carteggiare e pulire la superficie prima dell’applicazione.

Le pavimentazioni realizzate con ARCHI-GROUND, come per altri sistemi analoghi, sono da considerarsi migliori dal punto di vista delle resistenze chimiche e meccaniche rispetto a pavimenti in legno ma non resistenti quanto pavimentazioni in grès.

2017-07-07T14:03:35+00:00