Il parquet è sicuramente fra i più bei tipi di rivestimento per pavimento. Il legno, materiale naturale, fornisce una sensazione di calore e benessere poiché rende gli ambienti caldi e accoglienti.

Esistono molte varietà di parquet. I principali parametri di scelta riguardano le essenze del legno, la qualità dello stesso, la possibilità di avere listelli di legno massiccio, lamellare o a strati. In ogni caso, qualunque sarà il pavimento che sceglierete, di sicuro dovrete applicare una finitura. Ma quale?

Parquet oliato o verniciato?” è un dilemma che colpisce la maggior parte di coloro che si trovano a dover scegliere la finitura da applicare sul parquet.

PARQUET OLIATO

Vantaggi: l’olio non ricopre la superficie, ma impregna le fibre del legno che, in questo modo, assume un colore naturale. I trattamenti impregnanti sono tendenzialmente di due tipi: olio naturale o cere/resine rispettano i dettami della bioedilizia perché composti al 100% da sostanze naturali.
Con il passare degli anni l’olio scenderà sempre più in profondità, conferendogli un aspetto luminoso e caldo. I graffi, le macchie e gli aloni vistosi sono meno visibili e più facilmente ripristinabili senza l’intervento del parquettista.

Svantaggi: non è ricoperto da uno strato protettivo e per questo motivo il parquet finito a olio necessita di una manutenzione specifica e di prodotti adatti.

PARQUET VERNICIATO

Vantaggi: lo strato di vernice si pulisce facilmente con un semplice panno. È più resistente ai graffi e la scelta della tonalità di colore è molto ampia. Inoltre non ha bisogno di una manutenzione specifica.

Svantaggi: anche se si graffia più difficilmente, quando questo avviene, il graffio rimane ben in vista. La vernice si consuma, provocando sgradevoli effetti dal punto di vista estetico. La sua lucidità fa sì che rifletta la luce, dandogli un effetto più “plasticoso”.

La differenza tra oliato e verniciato è ben visibile, soprattutto nel tempo. La finitura oliata dona al pavimento un aspetto più vero e si presta meglio alle lavorazioni di superfici speciali, quali lo spazzolato, il vissuto e l’anticato, risaltandone le caratteristiche.

Un pavimento oliato è molto performante solo se il legno riceve tutte le sostanze perse attraverso un processo di posa che prevede più strati di sostanze minerali e vegetali, 100% biocompatibili e stese rigorosamente a mano, questo inciderà sulla durabilità nel tempo del parquet.

La prospettiva di un pavimento in legno, facile da gestire e che invecchierà insieme alla casa, rendendola ogni giorno più bella, fa pensare al parquet oliato come alla migliore scelta possibile.

Noi di Stanze D’autore riusciremo sicuramente a cogliere e capire le tue necessità e a consigliarti il pavimento in legno migliore per la tua casa.