Al Salone del Mobile di Milano 2019, l’ormai affermato marchio Poltrona Frau, leader del settore dal 1912, sorprende la folla di intenditori e non accalcati intorno al suo stand. La promessa è alta, un viaggio nel tempo in perfetto stile hollywoodiano.

Entrati nel padiglione subito subentra lo stupore, cambiano luci e le forme, come se tutto fosse ripreso da una vecchia telecamera degli anni ’60, con i marmorei bianchi e neri che definiscono i contorni. Improvvisamente una monetina entra in un jukebox, un rumore meccanico di un tasto che si preme fa partire la soave voce di John Lennon che canta Yesterday, ti guardi intorno e le sagome che ti circondano, nascoste dal fumo del loro sigaro, sono vestite in modo classico e impeccabile, dei veri e propri dandy alla Cary Grant.

Questa è l’atmosfera che si respira, ma se sgrani bene gli occhi il set da film noir è sparito e quello che vedi è soltanto la nuova linea di arredamento firmata Roberto Frau.

Protagonista assoluta la zona living, che si prende la responsabilità di osare, creando un innovativo mix di e moderno e classico. Nostalgia e progresso, una vecchia foto in bianco e nero in una cornice di metallo cromato.

L’arredamento si evolve, acquisendo un’eleganza versatile e trasversale, che fa dell’attenzione al dettaglio l’artefice del sicuro effetto wow.
I materiali utilizzati sono molteplici, ma uniti dallo stesso fil rouge: a partire dalla pelle, fisica e importante, fino al tessuto snello e vivace, l’invito a lasciarsi andare in quei drappi è sempre irresistibile e tentatore. In fondo stiamo parlando di Poltrona Frau, dove il comfort è sempre il centro del bersaglio.

Anche la zona pranzo ruba i riflettori e risplende della sua classe, come Marylin Monroe che nuota nello champagne. Linee slanciate, allure disinvolta, tutti gli elementi sono provocatoriamente eclettici, talmente moderni da rompere qualsiasi limite temporale e adattarsi a qualsiasi contesto, classico o vintage che sia.

La nuova linea ideata da Poltrona Frau è semplicemente unica e innovativa.
Un moderno virtuosismo di creatività, che è riuscito immediatamente ad acquisire l’importanza e la memorabilità di un grande classico, come se ci fosse stato da sempre.
Ora non resta che portarne una dentro il vostro salotto, rilassarsi con un disco jazz in sottofondo, versarti 2 dita di whiskey on the rock, e goderti un po’ di quell’atmosfera da tempo scomparsa, ma ancora miracolosamente vicina.